Lorem ipsum dolor sit, consectetur iscing sed diam nonummy nibh euismo Lorem ipsum dolor sit, consectetur

Facebook
Twitter
Pinterest
Instagram
Image Alt

Raffaele Dragani

RAFFAELE DRAGANI

RAF (Raffaele Dragani) è un artista che ha operato sin dagli anni sessanta: è approdato progressivamente all’astrazione partendo da una figurazione -nature morte, paesaggi e ritratti – con la rappresentazione di immagini fedeli ed accurate molto vicina agli stilemi ottocentisti.

Lontano dalle gallerie e dai clamori del mondo artistico ha prodotto e lavorato quasi esclusivamente con motivazione legata alla passione – vero motore del proprio lavoro artistico – per soddisfare bisogni diversi, non solo materiali, ma anche psicologici ed emotivi riuscendo con continuità ad esprimere il meglio di sé.

RAF ha costantemente perseguito il suggerimento del grande Henry Matisse “Ho lavorato per arricchire la mia intelligenza, per soddisfare le differenti esigenze del mio spirito, sforzando tutto il mio essere alla comprensione delle diverse interpretazioni dell’arte plastica date dagli antichi maestri e dai moderni.” – Henry Matisse. (Notes d’un peintre in “La Grande Revue”, 25 dicembre 1908.)

Decise di diventare giovanissimo un artista, sin dagli anni sessanta, con grande disapprovazione dei genitori; sempre negli anni sessanta, a Vasto (Chieti) cominciò a studiare arte ed a realizzare le prime composizioni figurative seguendo gli insegnamenti di un maestro del novecento, allievo del pittore bolognese del XIX secolo Adolfo De Carolis (Montefiore dell’Aso, 6 gennaio 1874 – Roma, 7 febbraio 1928), che gli insegnò i fondamentali. Per assecondare la famiglia rinunciò a frequentare il Liceo Artistico e l’Accademia di Brera, ma si è laureto in Ingegneria aeronautica presso il Politecnico di Torino nel 1975. La Sua attività venne, così, indirizzata su altri due Settori:

Ricercatore / Docente presso l’Università Cattolica di Milano, Politecnico di Milano e Torino con oltre 40/50 pubblicazioni di Fisica/Matematica a livello nazionale ed internazionale.

Manager e ICT&Organization Consultant  per circa 30 anni presso Aziende nazionali / internazionali dove si è occupato di Organizzazione, Processi e Sistemi informativi

Negli anni sessanta era ricercato per ritratti o nature morte su commissione.
Successivamente, negli anni 80/90, ha elaborato una innovativa  tecnica molto materica che utilizza colori ad olio e materiali vari (olio, acrilico, collage, riporto fotografico, cemento, gesso, etc. …) su tela, faesite o tavola.

​​Influenzato dalla figurazione di Andy Warhol, ma anche dall’Action Painting e dall’Espressionismo Astratto, ha fatto del segno e del colore i suoi fondamenti. 

John Henry

OPERE

Curriculum

i

MOSTRE PERSONALI

DALL’ORDINE VERSO IL CAOS www.ordineversocaos.com

i

BORDER ABSTRACTION

Agosto 2019

i

EVERYTHING FLOWS

Novembre 2019

Chiesa di Santa Maria dei Laici,Gubbio,

i

RAF AFTER WHARHOL

Dicembre 2020

Monza

i

PERSONALE

2020

spazi civici a Monza

le mie opere a casa tua